Botti di Capodanno: nessun morto e in calo i feriti

Aumentano i feriti da arma da fuoco e i feriti minorenni

pubblicato il 01/01/2017 in Attualità da Tino Colacillo
Condividi su:
Tino Colacillo

Il bilancio dell'uso dei botti e dei fuochi d'artificio per Capodanno è il lieve miglioramento.

Secondo quanto riferito dal Dipartimento di pubblica sicurezza, infatti, nella notte tra il 31 dicembre 2016 e il 1 gennaio 2017 sono rimaste ferite 184 persone, 6 in meno rispetto allo scorso anno quando furono 190. Dei 184 feriti 44 sono ricoverati in ospedale. 

Nel dettaglio, 168 sono feriti lievi rispetto ai 174 dello scorso anno con prognosi inferiore o uguale ai 40 giorni. I feriti con prognosi superiore ai 40 giorni sono invece 12 (erano 16 nell'anno passato).

In controtendenza il dato dei feriti minorenni: quest'anno sono stati 48 rispetto ai 38 dello scorso anno. 

Per quanto riguarda la distribuzione geografica il triste primato spetta ancora alla Campania con 54 feriti di 47 a Napoli. Seguono la Puglia con 26i, la Lombardia con 20, la Sicilia con 17 e il Lazio con 16 feriti. L'unica regione a non registrare nessun lesionato è il Molise. 

L'altro dato in aumento, particolarmente grave, è quello dei feriti da arma da fuoco che passano da 3 a 6. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password