Campidoglio: lasciano Romeo e Frongia, accordo tra Virginia Raggi e il leader Beppe Grillo

Di Maio: "Dissi che Marra doveva andare via"

pubblicato il 19/12/2016 in Attualità da Costanza Tosi
Condividi su:
Costanza Tosi

E' un addio ai loro incarichi di vicesindaco e capo della segreteria di Virginia Raggi, quello di Daniele Frongia e Salvatore Romeo. La Raggi di fatto, esce commissariata dalla crisi aperta dall'arresto di Raffaele Marra. 

Di Maio replica, dissi che doveva andare via - "Tutto M5S ha sempre chiesto l'allontanamento di Marra e che non ci sia mai stata sponda da parte di alcuno. Marra se ne doveva andare e, con cortesia, glielo dissi in faccia". Parole di Luigi Di Maio, scritte sul Blog di Beppe Grillo. Si rivela un incontro con Marra in cui il responsabile Enti Locali del M5S disse al dirigente romano che "non era il caso che facesse parte del Gabinetto del Sindaco". Parole che appaiono un tantino polemiche, verso chi, anche nel M5S, ha criticato la sua linea su Roma.

NELLA GIORNATA DI IERI:

La nota della Raggi - "Abbiamo deciso di dare un segnale di cambiamento", queste le parole della sindaca nel comunicato serale, avvenuto dopo una riunione fiume assieme a consiglieri comunali, assessori e presidenti M5S dei Municipi di Roma."Frongia ha deciso di rinunciare al ruolo di vicesindaco mantenendo le deleghe alle Politiche giovanili e allo Sport - dichiarazione presente in nota. Il nuovo vicesindaco di Roma che sostituirà l'assessore allo Sport, Daniele Frongia, verrà scelto e votato dai consiglieri comunali del M5S. Tra le ipotesi che circolano nelle ultime ore c'è quella di Massimo Colomban, attualmente assessore alle partecipate. Ma l'ultima parola, in ogni caso, spetterà ai consiglieri che si esprimeranno nei prossimi giorni. Contestualmente alla decisione di Frongia arriva quella di Salvatore Romeo che si dimette dall'incarico di capo della Segreteria politica. Al contempo - aggiunge la sindaca nella nota - a breve avvieremo una nuova due diligence su tutti gli atti già varati". In particolare quelli di Marra, vicecapo di gabinetto e direttore del Dipartimento Risorse Umane, arrestato per corruzione.

Grillo sul blog: "Avanti con la barra dritta".

Colpo tremendo per Raggi, che aveva sempre difeso il braccio destro Marra. "Eliminare il raggio magico ora o mai più", questo chiedono in questi ultimi giorni esponenti della maggioranza alla sindaca di Roma, il presidente dell'Assemblea capitolina Marcello De Vito e il capogruppo Paolo Ferrara.

Il leader M5S frena su una decisione di sganciare, Virginia Raggi dal Movimento. Ma non placa la sua ira Grillo, che lascia la Capitale prima ancora di incontrare la sindaca di Roma, la cui fine sembrava ormai chira. Ma in tarda sera il colpo di scena,  il leader e la sindaca trovano l'accordo: Daniele Frongia fuori dal ruolo di vicesindaco, Salvatore Romeo dalla segreteria politica. Soluzione che, al momento accontenta anche di Grillo. "Roma va avanti con Raggi", scrive Grillo specificando come la sindaca si sia "fidata delle persone più sbagliate del mondo" ma "ha riconosciuto gli errori".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password