Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Budrio la prima unione civile tra omosessuali

Il sindaco: «Dal territorio azioni per le quali manca il coraggio a livello nazionale»

a cura della redazione
Condividi su:

È stata sancita a Budrio (in provincia di Bologna) la prima unione civile tra due persone dello stesso sesso. La coppia di uomini, lunedì scorso ha apposto le firme sul registro comunale. Nella sala del consiglio, poi, ha ricevuto un attestato simbolico con i propri nomi e la firma del primo cittadino, alla presenza di parenti e amici.
Lo stesso sindaco, Giulio Perini, è entusiasta: «Proprio dal territorio possono arrivare dei percorsi di innovazione che a livello nazionale non si ha la forza o il coraggio di fare».

L'unione civile è stata salutata come un messaggio per il Parlamento in attesa del riconoscimento del diritto al matrimonio tra persone dello stesso sesso come avviene in altri Paesi europei. Approvazione anche dalla Provincia di Bologna: «Complimenti al sindaco Giulio Pierini e al Consiglio Comunale - ha detto l'assessore alle Pari opportunità Gabriella Monte - per questo importante avvenimento. Credo che le politiche locali possano diventare il modello sperimentale per l'estensione dei diritti alle persone lgbt e per qualificare il dibattito cominciato ieri in Parlamento sulle unioni civili e i matrimoni gay».

Condividi su:

Seguici su Facebook