È successo in Italia il 23 novembre 2016

Il resto delle notizie dal nostro Paese

pubblicato il 23/11/2016 in Attualità da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Vincenzo De Luca

Emergenza criminalità. La Squadra mobile di Milano ha sgominato una rete internazionale di traffico di droga la cui base era in via Padova, nella sempre più violenta periferia del capoluogo lombardo (via Padova è la stessa via per cui il sindaco Sala aveva richiesto, nei giorni scorsi, lo stanziamento permanente di reparti dell’esercito). Le indagini su tale organizzazione, composta da italiani e sudamericani, erano partite nel novembre di tre anni fa e hanno visto il loro culmine proprio oggi, con l’esecuzione di 45 ordinanze di custodia cautelare. Al centro delle attività della compagine criminale c’era la commercializzazione di cocaina e marijuana: la prima veniva fatta arrivare dal Perù e dall’Olanda, la seconda dall’Albania.     
Intanto ad Amantea, in provincia di Cosenza, i Carabinieri hanno fermato tre immigrati per spaccio di marijuana nel locale centro di prima accoglienza: la loro offerta commerciale era aperta sia a maggiorenni che a minorenni, senza discriminazioni.
Immigrazione clandestina: serie di arresti effettuati dalla Polizia in provincia di Salerno. Tra coloro che sono finiti in manette c’è anche un cittadino tedesco di origine somala e residente in Germania: per lui era stato richiesto un trattamento speciale, ossia un mandato d’arresto europeo.

Il sistema bancario. Alla vigilia di un delicatissimo consiglio di amministrazione, Monte dei Paschi di Siena rivela:  da settimane l’istituto è interessato da ispezioni da parte della Bce, anche se, tengono i vertici in una nota inviata alla Consob, il tutto rientra comunque in una prassi consolidata della Banca centrale continentale, che “invia squadre di ispezione presso le varie banche in base a piani definiti annualmente per ciascuna di esse.”

Anno di studi della scuola di Guardia di Finanza. Presenti all’inaugurazione il premier Renzi e il ministro Padoan: questi ha affermato che in Italia l’evasione fiscale vale 190 miliardi, pari al 12% del Pil. Renzi: impegno del governo è stato sin da subito la “riduzione della pressione fiscale”.   

Politica. Il Senato approva il disegno di legge del governo sul terremoto con 194 sì. Passano tutti gli emendamenti della Commissione Bilancio, eccetto quella sulla certificazione di stabilità trasformato in odg. La Camera, invece, approva la legge sul traffico degli organi umani, che condanna i colpevoli fino a 12 anni di carcere. Il governo intanto pone la fiducia sul decreto fiscale, mentre si profila un’estensione dell’opzione donna (la scorciatoia pensionistica per certe categorie anagrafiche di lavoratrici) anche alle dipendenti nate negli ultimi tre mesi del ’58 che abbiano maturato 35 anni di anzianità  entro il 31 dicembre 2015.   
S’infiamma ogni giorno di più lo scontro tra le forze politiche in vista del referendum.  Di Maio, leader M5S, intervenendo ad Agorà sul voto degli italiani all’estero: “Sento odore di brogli ed è per questo che abbiamo chiesto un osservatorio sul voto”. Gli risponde a stretto giro Orfini del Pd, con riferimento agli ultimi scandali grillini: “Di Maio sente odore di brogli. Forse è andato a trovare i suoi compagni a Palermo e Bologna.” Intanto Standard & Poor’s guarda con preoccupazione ai possibili scenari aperti dalla vittoria del no: “L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno è una crisi politica in Italia. Avremo un governo tecnico incaricato di portare ad elezioni anticipate, anche se non è scontato.” Al dopo-referendum è già proiettato anche Salvini .”Non abbiamo intenzione di fare inciuci alla tedesca”. E i sindaci per il Sì annunciano per il 29 novembre un Super Tuesday di mobilitazione per la riforma e sensibilizzazione in favore dei suoi principi.
Scontro Bindi-De Luca. La Commissione Antimafia ha presentato richiesta formale alla Procura di Napoli perché le sia fornita la documentazione necessaria relativa ad aprire un’eventuale inchiesta su episodi di voto di scambio legati al governatore della Campania Vincenzo De Luca (cene in cambio di voti per il sì al referendum). La risposta dell’interessato: “Vedremo come evolverà questa crociata del calamaro”. 

Cronaca nera. Caso Annibali: la Cassazione rende note le motivazioni della sentenza che lo scorso maggio ha condannato a 20 anni di carcere l’ex fidanzato di Lucia Annibali, Luca Varani, mente dell’attentato con l’acido muriatico che ha sfregiato indelebilmente la donna. Ai sicari inviati da lui sono stati invece inflitti 12 anni a testa. Le lesioni inferte a lei con l’uso dell’acido, dicono i giudici, hanno messo a rischio la  vita stessa della Annibali. Inoltre, ad aggravare il quadro a carico di Varani, ci sono la premeditazione, l’assunzione di stupefacenti, la condotta processuale e l’assenza di pentimento.    
      

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password