La difesa chiede la scarcerazione di Matteo Cagnoni

La difesa del medico di Ravenna uxoricida chiede la sua scarcerazione

pubblicato il 27/09/2016 in Attualità
Condividi su:

La difesa del dermatologo Matteo Cagnoni ha depositato istanza di riesame al tribunale di Firenze per la scarcerazione del suo assitito.
L’avvocato dell’uomo  Giovanni Trombini,  spiega che il ricorso al tribunale del riesame è stato presentato contro l'ordinanza emessa dal gip di Firenze,  il quale  ha convalidato l'arresto. Al momento, però, l'istanza è priva di  motivazione poichè da procedura questa può arrivare anche in un secondo momento.

Nessun 'motivo a sostegno', perché, come spiega l’avvocato Trombini, la difesa  è in attesa di conoscere un'eventuale provvedimento di custodia del gip di Ravenna, un atto dovuto dal momento che il  gip di Firenze non è competente territorialmente. A questo punto Il gip romagnolo ha 20 giorni di tempo per emettere il suo atto a partire da mercoledì 21 settembre scorso.
La difesa ha fatto istanza al riesame di Firenze chiedendo l'annullamento o la revoca dell'ordinanza di carcerazione o comunque, in subordine, una misura meno afflittiva.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password