Comprano una casa per i terremotati ma devono abbatterla : è abusiva

Una storia tipicamente italiana dove a farla da padrona è la burocrazia

pubblicato il 27/09/2016 in Attualità
Condividi su:

Dopo il terremoto che ha raso al suolo Accumoli si aspetta l’inverno con paura, le tendopoli sicuramente non sapranno fronteggiare il clima rigido.
Un gruppo di ragazzi di Cittareale, una frazione vicina, ha raccolto diecimila euro e ha donato una casetta alla famiglia di Luca  Guerrini , allevatore che vive qui con i suoi genitori ormai sfollato dopo il terremoto.

Luca ha raccontato in questi giorniai i microfoni del Tg1,  la storia assurda. La casetta di legno è stata situata accanto alla loro casa distrutta, ma il comune fa recapitare un avviso: la casa è abusiva, dopo sono arrivati i vigili  ad intimare la rimozione della casa o potrebbe scattare  la denuncia per abuso edilizio.

Increduli e sgomenti l’allevatore e la sua famiglia che dovrà fare a meno di un regalo così  prezioso. Purtroppo le uniche abitazioni provvisorie autorizzate  sono quelle della protezione civile, peccato che le uniche casette autorizzate arriveranno solo a Pasqua a inverno terminato . 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password