Monte Bianco: tutti in salvo

La funivia riparte, i passeggeri tornano alla base

pubblicato il 09/09/2016 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Sono tutti a terra i 16 passeggeri della funivia del Monte Bianco che hanno trascorso la notte nelle cabine rimaste sospese in quote per un guasto. Risistemate le corde, le cabine sono state rimesse in movimento e sono arrivate nella stazione, dove i passeggeri sono scesi a terra. Gli ultimi passeggeri, che erano rimasti ancora bloccati all'interno delle telecabine dopo avervi trascorso tutta la notte, hanno raggiunto quindi la terraferma a bordo delle stesse e non dovranno essere recuperati col verricello dagli elicotteri del soccorso alpino. Dopo una notte trascorsa a oltre 3.000 metri di quota, le persone bloccate sulla telecabina 'Panoramique Mont-Blanc', sul versante francese del Massiccio, avevano atteso impazienti le prime luci del mattino e la ripresa dei soccorsi, interrotti ieri sera dopo il tramonto. Circa 16 clienti delle funivie francesi, tra cui anche un bambino di 10 anni, erano ancora intrappolati nella cabine sospese sul ghiacciaio a causa di un problema dei cavi, che si sono intrecciati forse per il vento.  

L'ultimo recupero si era  concluso dopo la mezzanotte, quando dalle cabine più vicine alla stazione di Punta Helbronner i soccorritori italiani avevano fatto calare con le funi 12 persone. Un intervento complesso, sia per la distanza da terra - circa 50 metri - sia per i crepacci che rendono insidioso il terreno. Da lì sono stati condotti alla funivia Skyway e quindi a Courmayeur.    In un comunicato diffuso dai media francesi, il ministro dell'Interno francese, Bernard Cazeneuve, sottolinea il "coraggio dei soccorritori francesi e italiani impegnati in una operazione delicata di soccorso delle 110 persone bloccate", aggiungendo che "si tiene informato in tempo reale sull'evoluzione della situazione".  

Rai news24

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password