Terremoto di Amatrice: cattiva prevenzione!

Dopo tanti terremoti passati ancora sentiamo parlare di Ospedali crollati e case devastate…Cattiva prevenzione!

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 25/08/2016 in Attualità da Nicola Convertino
Condividi su:
Nicola Convertino

Dopo tanti terremoti passati ancora sentiamo parlare di Ospedali crollati e case devastate…Cattiva prevenzione! L’Italia è una zona sismica, geologicamente ancora subisce scosse di assestamento e soprattutto, per via della tettonica a zolle, lo zoccolo dell’Africa spinge costantemente l’Italia provocando un spostamento di qualche millimetro l’anno verso l’Europa, quanto basta per provocare i danni dei terremoti che vediamo ogni anno (terremoto dell’Emilia, L’Aquila ed ora quello di Amatrice).

Ma tutto ciò è storia, è tutto tragicamente normale, solo che non si può prevedere esattamente quando possa succedere, però succede periodicamente, è la natura, la cosa devastante è che si continua a costruire o a ristrutturare palazzi o abitazioni non seguendo quello che dicono i geologi, delle scosse di magnitudo 6 si potrebbero contenere e non creerebbero danni se nel costruire gli edifici si penserebbe qualche istante ai terremoti.

Il Giappone ci potrebbe insegnare molte cose, soprattutto ci insegnerebbe a rispettare la vita umana, lasciando da parte le speculazioni edilizie, le false parole dei politici ignoranti che non distinguono una scossa di terremoto da un peto che fuoriesce dal loro retto blasonato. Penso che se preventivamente si spendessero bene i soldi nella ristrutturazione di edifici si risparmierebbe tantissimo in occasione di terremoti; da subito bisogna iniziare e potenziare l’edilizia intelligente, mettere da parte fondi veicolati a costruire edifici sicuri….teniamo conto che la maggior parte delle morti sono provocate dal crollo delle palazzine e troviamo i nostri cari sepolti sotto le macerie…si è mai sentito che la terra si è aperta ed ha inghiottito decine di persone, come nei film?

Io sento sempre parlare di gente sepolta dalle macerie, crolli che provocano morte, ma con tutto il progresso che abbiamo ancora si deve morire per il crollo di abitazioni? Assurdo e avvilente!


Nicola Convertino

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password