Anci, 'Basta con la campagna di delegittimazione dei sindaci'

Le parole del presidente Piero Fassino

pubblicato il 23/10/2013 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

''In questi anni siamo stati timidi, accettando una campagna di delegittimazione della nostra funzione e del nostro ruolo di sindaci. Da oggi non accetteremo ulteriormente tutto questo''.

Il presidente dell'Anci, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Piero Fassino, descrive la ''battaglia culturale e politica'' che prende avvio a partire proprio dall'Assemblea
annuale dell'Anci a Firenze.

Fassino afferma che ''l'irritazione e il disagio dei sindaci dei piccoli Comuni sono gli stessi per tutti i sindaci italiani, perché derivano da una condizione che non accetteremo più. I sindaci - spiega Fassino - sono stati considerati negli ultimi anni, dal sistema politico quanto da quello mediatico, come amministratori irresponsabili da mettere sotto tutela. E' un'immagine che scacciamo con forza, perché siamo invece l'istituzione più vicina ai cittadini, siamo quelli che i soldi li spendono per aprire asili nido, dare servizi sociali alle categorie svantaggiate, aprire scuole materne, garantire il trasporto pubblico locale, tutelare l'ambiente e la cultura. Non siamo rider di Borsa - prosegue - e i nostri investimenti si chiamano strade, parchi, metropolitane, scuole. Per questo rivendichiamo il rispetto per il nostro lavoro e l'assolvimento puntuale del nostro dovere, e chiediamo con forza di essere messi nelle condizioni di adempiervi, con un'autonomia che ci consenta di assumerci fino in fondo le nostre responsabilità".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password