Famiglia abruzzese a rischio sfratto, il grido di aiuto di un padre

pubblicato il 22/02/2016 in Attualità da Angela Menna
Condividi su:
Angela Menna

«Sono senza lavoro, ho una moglie e una figlia di 14 anni da mantenere e non so come andare avanti». Questo il drammatico racconto di Nicola Di Francesco, un uomo di 56 anni, che ha deciso di rilasciarci un'intervista per dare voce al grave disagio economico in cui vive a causa della sua disoccupazione lavorativa.

Da circa 5 anni Nicola è disperato. Ha cercato più volte di chiedere aiuto al Comune e a molti abitanti del paese, senza, però, trovare risposte concrete.

Ha tre figli, tra cui una minorenne da sostenere e che ha il diritto di vivere in una situazione economica stabile per un equilibrio psicofisico armonioso.

«Sto cercando con ogni sacrificio di mandare avanti la mia famiglia, a volte è difficile per me perfino dare €2,00 a mia figlia per comprarle un panino. Ho le spese arretrate di un affitto e non riesco a trovare una mano dai compaesani – spiega con lacrime e singhiozzi Nicola - non si può continuare a vivere in queste condizioni. Sono a rischio sfratto e da un giorno all'altro aumenta la possibilità di essere cacciato fuori di casa insieme alla mia famiglia. Si può vivere cosi?»

Nicola vorrebbe soltanto poter vivere dignitosamente, affinchè qualcuno possa porre rimedio alla gravissima situazione che sta affrontando con i suoi familiari.

Di seguito, l'intervista al padre di famiglia, che illustra nello specifico le terribili condizioni in cui vive assieme ai suoi cari.

SERVIZIO E MONTAGGIO DI ANGELA MENNA

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password