Un sospettato per la morte della 35enne americana a Firenze

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Ashley Olsen

pubblicato il 13/01/2016 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Ci sarebbe una svolta nelle indagini sulla 35enne americana trovata morta, strangolata, nel proprio appartamento nel quartiere dell’Oltrarno fiorentino.

L'analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza, incrociata con le testimonianze di alcuni frequentatori del locale notturno Montecarla, hanno individuato un portato un possibile sospettato, perché dai filmati si vede la donna una volta fuori dal locale  riaccompagnata a casa da un uomo.

Si pensa ad un gioco erotico finito male perché dall’autopsia sul corpo della donna emerge un rapporto sessuale consenziente e il fatto che l a donna sarebbe stata strangolata con una collanina o con il cavetto di un computer, ma pare non aver opposto resistenza e non ha cercato di difendersi durante il soffocamento.

Tra le ipotesi che stanno emergendo dunque quella di una reazione violenta dell’uomo perché drogato, altrimenti  un gioco erotico finito male.
Altro elemento che fa propendere per un assassino conosciuto dalla donna, il fatto  che il cellulare della vittima sia subito sparito, sicuramente preso dall’assassino per non far trapelare messaggi tra lui e la vittima.

Le indagini stanno scandagliando l’ambiente dello spaccio di droga, per gli inquirenti il sospettato potrebbe appartenere a questo ambito.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password