Lo scrittore Giovanni Margarone: per il mio quarto romanzo ho scelto un’editoria alternativa

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 24/09/2021 in Arte e Cultura da Redazione
Condividi su:
Redazione

Giovanni Margarone è uno scrittore, editorialista, saggista e recensore italiano del 1965, dal 1986 vive e lavora in Friuli. Ha pubblicato finora tre romanzi e due saggi, inoltre scrive editoriali e recensioni in riviste e blog letterari italiani. Nel corso della sua carriera letteraria, ha ottenuto fin qui 24 riconoscimenti in altrettanti concorsi letterari nazionali e internazionali.

Di formazione umanistica, è un profondo cultore di letteratura, filosofia e musica, oggi lo vediamo impegnato nella pubblicazione del suo quarto romanzo “Storia di un punto e virgola” mediante una campagna di crowdfunding con la Casa Editrice Bookabook.

Giovanni, ci puoi spiegare, innanzitutto, che tipo di editoria è quella da te scelta?

Con il crowdfunding, il libro viene già fatto conoscere a una platea di lettori, i quali, prima della pubblicazione possono dare un giudizio sul manoscritto. È un’editoria alternativa a quella tradizionale, la sua specificità consiste appunto nell’avere già una “community” prima del lancio.

Quali sono i motivi che ti hanno spinto a scegliere questo tipo di editoria?

Sicuramente il fatto che la casa editrice abbia risposto positivamente alla mia proposta editoriale. In seconda istanza, credo che in questo momento di cambiamenti debbano essere promosse soluzioni alternative all’editoria tradizionale.

Ci puoi accennare qualcosa sul nuovo romanzo?

È un romanzo un po’ diverso da quelli che ho scritto in precedenza, basato sul senso del cambiamento personale. In buona sostanza, è la storia di un uomo “insipido” dal punto di vista esistenziale, che però, grazie a una disamina introspettiva profonda, quando incidentale, si accorge che la sua vita potrebbe avere un corso diverso. Il senso principale del romanzo è che chiunque, nella vita, ha sempre una seconda opportunità.  La narrazione è ambientata in Puglia.

Tornando alla campagna di crowdfunding, ci puoi descrivere come si sta svolgendo?

È iniziata il 17 luglio 2021 e finirà 100 giorni dopo. In tale periodo è stabilito un obiettivo di 200 preordini per essere pubblicato definitivamente. Finora ho superato la metà, in quanto la risposta al mio appello è stata abbastanza positiva. Tuttavia sto ponendo il massimo sforzo per raggiungere l’obiettivo nel termine previsto.

E qual è il tuo appello?

Sto facendo fede a chi può gradire il romanzo. Ci ho lavorato tanto e chi l’ha già letto in anteprima ha manifestato molto entusiasmo.

Per questo invito ad andare sul sito: https://bookabook.it/libri/storia-un-punto-virgola/ dove chi vorrà potrà preordinare il libro (fino a un massimo di 5 copie). Una volta effettuato il preordine, il lettore avrà a disposizione già la bozza da leggere in PDF per dare, se vorrà, un giudizio e fare passaparola. In questo modo, il libro avrà già tanti sostenitori prima della pubblicazione definitiva.

In chiusura, ci puoi ricordare i tuoi riferimenti sul web?

Il sito ufficiale è https://margaronegiovanni.com, dove si trovano tutte le informazioni su di me e sulla mia attività letteraria, inoltre sono presente sui principali social-networks.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password