Tanti auguri Carlo!

pubblicato il 17/11/2020 in Arte e Cultura da Emanuele Gulino
Condividi su:
Emanuele Gulino

Oggi è una giornata da cifra tonda. 70. Settanta come gli anni '70, settanta come gli anni per le nozze di platino. 70 come gli anni appena compiuti da uno dei volti più importanti e noti del Cinema Italiano, Carlo Verdone. Secondo una mia personale statistica, ogni italiano ha visto almeno un film o uno sketch di cabaret interpretato dal neo settantenne romano che ha contribuito magistralmente alla nostra cultura nazionale. Più di trenta le pellicole interpretate e dirette da Carlo Verdone che negli anni hanno raccontato usi, costumi, vizi e virtù del nostro Bel Paese. Ogni pellicola è un affresco contemporaneo di quello che siamo e siamo stati. Basta vedere il suo esordio con Un sacco bello per ritrovarsi catapultati nella Capitale dei primi anni '80 dove hippye, borghesi in ascesa, perdigiorno in cerca di avventure nordeuropee ancora fresche di comunismo per capire quanto il peso di Verdone nel nostro Cinema sia notevole e consistente. Negli anni, ha lavorato con altri "mostri sacri" come Castellitto, Montesano, Albanese, per citarne alcuni. Ogni pellicola verdoniana è utile per ridere, sorridere e, soprattutto, riflettere. Il mondo che ci circonda è specchiato o si specchiava nello schermo televisivo, si nota l'Alfa Sud del meridionale emigrato in Germania, il fenomeno delle attrici bambine a volte sfruttate da madri ambiziose o anche le sconfitte o le vittorie di uomini trentacinquenni che si ritrovano dopo quindici anni con i vecchi compagni di scuola. Carlo Verdone è l'Italia e l'italianità, il trionfo del tricolore o, se preferite, del Bianco, Rosso e Verdone. Tanti auguri Carlo, da parte di tutta l'Italia.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password