Non abbiate paura di esprimervi

Adriano Segarelli

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 14/07/2020 in Arte e Cultura da Beniamino Cardines
Condividi su:
Beniamino Cardines

AP/ArteProssima

Pinacoteca d'Arte Contemporanea

ADRIANO SEGARELLI

NON ABBIATE PAURA DI ESPRIMERVI

 

ROMA. Venerdì 19 giugno scorso, noi di AP/ArteProssima – pinacoteca d’arte contemporanea, abbiamo incontrato Adriano Segarelli presso la Galleria "ARTE in REGOLA" diretta da Luigi Rosa (in via Dei Cappellari 92 vicinissima a piazza Campo de' Fiori). La consegna del suo quadro "ll mondo fuori" scelto come AP n.7 è stato un momento particolarmente significativo, dopo mesi di lockdown. Un quadro che entra nella storia viva di questi giorni, mostra l'essenza di tutto questo periodo, la sua verità tragica ma non disperata, la società, le storie e la storia di ognuno di noi. La pittura di Adriano non è solo fatta di lampi luminosi e oscuri, sferzate di luce e tenebre che duellano, di tratti astratti che si fanno scenografici e antropologici, è una pittura che ci riporta alla realtà, alla sua crudezza, alla necessità di superare tutto e di rivendicare una presenza.

Adriano non è solo un artista con uno straordinario talento di sintesi nella pittura contemporanea, ma anche un uomo appassionato, autentico e quando lo incontri di persona capisci perché i suoi quadri sono così espressivi, così intensi. Veri e propri squarci nell'esistenza, domande di senso, richieste forti da parte di una umanità che si dissolve ma pur sempre presente.

Intervista a Adriano Segarelli

Perché l'arte sì? - Adriano Segarelli: "Perché l’arte è la testimonianza per eccellenza del nostro passaggio sulla terra."

Chi sei, come artista? - Adriano Segarelli: "Sono colui che necessita di esternare per rendere visibile quel mondo immenso custodito dentro ognuno di noi."

La tua idea di arte? - Adriano Segarelli: "L’arte non è esecuzione. Si esprime interpretando un’emozione."

Un sogno d'artista? - Adriano Segarelli: "Lasciare un messaggio che tutti potranno interpretare in maniera intima e personale. Che possa scuotere qualcosa dal profondo."

Un messaggio d'artista? - Adriano Segarelli: "Non abbiate paura di esprimervi. Non sottovalutatevi. L’arte non è realmente giudicabile, è libera espressione. Tutti hanno qualcosa da raccontare."

ADRIANO SEGARELLI - cenni biografici. Nasce a Roma nel 1976. È scrittore e artista visivo contemporaneo. Ha frequentato l’Istituto Statale d’Arte a Roma e ha pubblicato il suo primo romanzo nel maggio 2019 dal titolo “L’uomo che vedeva opaco” edito da Kimerik.

Attività espositiva. Ha partecipato a diverse collettive nelle mostre internazionali di “Cascina Farsetti”, conseguendo un attestato di merito artistico nella IV Edizione nel 2010. Attualmente espone nella Galleria “Arte in Regola” di Campo de' Fiori in Roma. Il quadro "Il mondo fuori" del 2020, è stato acquisito come n.7 di AP/ArteProssima - pinacoteca d'arte contemporanea.

AP/ArteProssima è un progetto che nasce dalla passione per l’arte - come una vera e propria missione - e vogliamo incontrare ARTISTI di cuore e passione. Ideatore del progetto e direttore artistico è Beniamino Cardines che ha coinvolto, dentro un ripensare l’arte e la sua valenza sociale, un gruppo di amici e appassionati alle arti visive contemporanee: Guia Marinelli, Rosetta Clissa, Fiorella Altobelli, Argemira Piciocco, Antonietta Cardines, Roberta di Benedetto, Francesca Mazzocchetti, Giuseppe Baldonieri, Laura Silinskaite, Maria Medina, Tiziana Di Sabatino. Il progetto ha sede a Pescara.

Da subito molti artisti si sono detti entusiasti e disponibili ad aderire ad AP/ArteProssima – pinacoteca d’arte contemporanea. Grazie a Daniela D'Incecco (che per prima ha avuto il coraggio di iniziare con noi questo meraviglioso progetto), grazie a Cesira Verna, grazie a Ignazia Piccioni, a Marcello Specchio, ad Antonio Cicchetti, a Marco Volpe, ad Adriano Segarelli, a RAUL33, ad Alessio Mazzarulli, a Patrizio Marafini, a Francesco Navacchi...

INVITIAMO tutti gli ARTISTI a contattarci e proporci le loro opere. 

AP/ArteProssima pagina FB

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password