Merlino, il magico bovaro

Il Mago è tornato grazie alla penna di Marco Tullio Barboni

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 12/07/2020 in Arte e Cultura da Francesca Ghezzani
Condividi su:
Francesca Ghezzani

Il Mago è tornato!

Con una veste grafica totalmente nuova ed una cornice decisamente accattivante, a grande richiesta è tornata sul mercato, per la gioia di  lettori giovani e meno giovani, la vicenda di Merlino, il magico bovaro, e del suo amato padrone, lo scrittore protagonista. Un nuovo editore, Paguro Edizioni, con un sentiment ancora più positivo per un legame indissolubile uomo/animale che sfugge alle ragioni di tempo e spazio.

 

Dalla storia reale di Merlino a quella letteraria, Marco Tullio Barboni ha immortalato con sapienza ed amore il tenero ricordo del suo fidato amico, compagno di vita quotidiana per 8 anni, che rappresenta in verità tutti gli  indissolubili legami similari che chiunque abbia avuto  un animale può facilmente comprendere.

Attraverso una passeggiata onirica che ricalca la passeggiata che Marco Tullio  e Merlino hanno fatto ogni sera per tutto il tempo in cui hanno vissuto insieme, si snoda questa vicenda incantata, che commuove e fa riflettere, e aiuta a ritrovare nel sogno lucido della narrazione un legame che a tutti gli effetti appartiene al mondo puro dell’Amore.

Prefatto dal poeta e critico letterario Plinio Perilli, il volume si riaggancia ad un celebre corto ("Il Grande Forse") diretto da Marco Tullio Barboni qualche anno fa, con Philippe Leroy e Roberto Andreucci tra i protagonisti "umani", mentre protagonista a quattro zampe della pellicola era il medesimo protagonista del libro "A spasso con il mago": l'amato cane Merlino, oggi scomparso. 

 

Marco Tullio Barboni, appartiene ad una illustre famiglia che ha segnato tratti importanti del cinema italiano d’Autore. Lo zio Leonida è stato un magistrale direttore della fotografia, amatissimo da Anna Magnani; il padre Enzo, prima operatore alla macchina poi direttore della fotografia ed infine regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher, ha legato gran parte della sua fama a film interpretati da Bud Spencer e Terence Hill e all’indimenticabile filone dei fagioli western. Frequentatore di set fin da bambino, è stato lui stesso regista e sceneggiatore, ed ha proseguito la carriera familiare con caparbietà e notevole talento. Negli ultimi anni è diventato un apprezzato scrittore, i cui libri hanno riscosso consensi di pubblico e critica.

 

Edizioni Paguro è una giovane ed attiva Associazione Culturale e Casa Editrice salernitana che nasce con lo scopo di praticare e propagandare tutte le attività di natura culturale ed intellettuale legate al tessuto sociaIe, culturale, artistico ed economico (locale, nazionale ed internazionale). Fa della libertà di espressione e di divulgazione delle idee i propri baluardi, e sostiene tutti coloro che vogliono dare "inchiostro" al proprio pensiero, purché lo facciano con rispetto, responsabilità e passione. L’incontro con Marco Tullio Barboni è avvenuto esattamente sulla base di una medesima filosofia e di una convergente mission.

 

Il volume, pluripremiato, è ordinabile in tutte le librerie e acquistabile sull’e-commerce delle Edizioni Paguro  www.edizionipaguro.it  o  presso i migliori bookstore online    

Ulteriori info su Autore e Volume:  marcotulliobarboni.comaspassoconilmago.it

Ufficio Stampa: Lisa Bernardini 347-1488234 occhiodellarte@gmail.com

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password