EOS al Macro, performance a cura di Flora Contoli con Chiara Pavoni

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 04/12/2019 in Arte e Cultura da Marco Rossi
Condividi su:
Marco Rossi

 

“EOS. Il suono è la sorgente” sarà messa in scena sabato 7 dicembre al Museo Macro Asilo di via Nizza a Roma nell’ambito dell’evento FEMALE CUT e #Telasuoniamo, dedicato alla produzione artistica femminile con workshop, concerti, dj set.
La performance, a cura di Flora Contoli, con Chiara Pavoni e musica di Lili Refrain sarà ospite del Museo di arte contemporanea di Roma, grazie alla manifestazione capitolina Musei in Musica, nata per promuovere la cultura e avvicinare sempre più cittadini all’arte ed ai luoghi che la conservano. In questa pregiata cornice, alle ore 23:00, due figure in scena: la Mater di luce e la Figlia di voce. In un ribaltamento di ruoli, mentre l’umanità si smaterializza attraverso il digitale, il divino è alla ricerca dell’essere umano. Dell’Umanità, ormai disgregata, resta la voce, impronta che risuona nell’etere, eco primordiale, ormai disarticolato. Il divino emerge dal buio come tangibile presenza, che ascolta e segue la traccia di suono per non estinguersi a sua volta nella fine del significato che solo l’Essere Umano può dargli.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password