Premio Vincenzo Crocitti: speciale 1° Lustro per la regia di Paolo Genovese

pubblicato il 20/01/2018 in Arte e Cultura da redazione
Condividi su:
redazione

Il noto regista Paolo Genovese dopo aver vinto il David di Donatello, Nastro d’Argento, Globo d’oro, Ciak d’oro e il premio per la sceneggiatura al Tribeca Film Festival di New York, è stato felicissimo di ricevere il “PREMIO VINCENZO CROCITTI 1° LUSTRO” per la regia. La consegna al regista , prevista per il 2/12/2017 durante l’evento di premiazioni, causa forza maggiore per il regista, era stata rinviata ed è ufficialmente avvenuta il 18/01/2018 per mano della principessa Nikè Borghese, testimonial, alla presenza dell’autore e direttore generale del Premio Francesco Fiumarella e di alcuni fra i membri organizzatori del Premio medesimo. Un momento conviviale e di sincero interscambio di apprezzamenti reciproci e di opinioni che ha bypassato il semplice formalismo del “cerimoniale” di consegna di questo riconoscimento speciale ad uno dei più apprezzati registi contemporanei che con lavori creativi, curiosi, sorprendenti e quasi “futuriste” sta meritevolmente crescendo nell’ambito cinematografico italiano e non solo. Le sue parole di apprezzamento per la premiazione sono state accolte con spirito di riconoscenza e reciproca ammirazione anche da parte dell’autore Fiumarella e della testimonial Nikè Borghese che nel consegnargli lo speciale trofeo del 1° lustro (rappresentante la NIKE, dea alata della Vittoria che innalza il globo con il logo del Premio, ovvero l’effige di Vincenzo Crocitti) ha definito Genovese un “fenomeno” elencando le sue qualifiche di attore, scrittore, regista e tanto altro; dal canto suo Genovese, ricevendo il premio con molta umiltà e quasi commozione ha dichiarato che quando gli si chiede qual è il suo film preferito da sempre risponde: “Un borghese piccolo piccolo”. Per l’autore e gli organizzatori tali parole hanno oltremodo confutato la scelta di premiarlo. Paolo Genovese, ritirando il premio lo ha subito collocato fra i due David di Donatello (ricevuti per “Perfetti Sconosciuti”) e i numerosi altri premi e trofei che affollano la bacheca del suo studio, rivelando, un po’ sottovoce, che sta già lavorando ad un importante progetto. <>, il commento dell’autore Francesco Fiumarella e degli organizzatori del Premio Vincenzo Crocitti. Alla prossima…!

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza