‘Alfabeti sommersi’ in ricordo dell’alluvione

Le opere di Emilio Isgrò e Anselm Kiefer nella sale d'Arme di Palazzo Vecchio fino al 13 novembre

pubblicato il 04/11/2016 in Arte e Cultura da Elisabetta Failla
Condividi su:
Elisabetta Failla

Tra le iniziative organizzate in occasione del cinquantesimo anniversario dell’alluvione di Firenze c’è anche la mostra Alfabeti sommersi ospitata nella Sala d’Arme d Palazzo Vecchio. 
Otto opere di importanti autori contemporanei, Anselm Kiefer e Emilio Isgrò, che hanno come protagonista il libro. Anzi i libri. Come quelli andati perduti quando l’acqua invase la Biblioteca Nazionale Centrale e altre storiche biblioteche cittadine il 4 novembre del ’66, come i volumi che sono stati miracolosamente restauranti nel corso degli anni.

Nella vasta produzione di Isgrò e Kiefer, il libro rappresenta sicuramente un oggetto di fondamentale valore etico ed estetico, carico di significati Emilio Isgrò, giornalista, oltre a scrivere articoli dalla città invasa dalle acque, fece parte di quelli che poi sono stati chiamati angeli del fango e partecipò al salvataggio dell’immenso patrimonio librario.
In questa speciale ricorrenza, Emilio Isgrò ha deciso di presentare in anteprima il “Prologo del Vasari”. Proprio per questa ricorrenza, Isgrò presenta in anteprima il “Prologo del Vasari”, nuovo ciclo monumentale di “cancellature” operate sulle biografie degli artisti scritte da Giorgio Vasari nel Cinquecento.

Oltre alle opere dei due artisti la mostra, curata da Sergio Risaliti e Marco Bazzini, ospiterà anche il docufilm di Giuseppe Fantacci, ideatore nel 1966 del “fondo ALFA” sistema di micro-credito per aiutare le botteghe artigiane fiorentine scosse dalla catastrofe naturale che si era abbattuta sulla città. Il film, girato in super8 durante i drammatici giorni dell’alluvione, viene proiettato sulle pareti nude della Sala d’Arme avvolgendo il visitatore e rendendolo protagonista e non solo spettatore di quello che avvenne quel 4 novembre che ha indiscutibilmente segnato la vita dei fiorentini
Realizzata nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei per il Cinema, Alfabeti Sommersi sarà visitabile fino al 13 novembre, dalle ore 11 alle ore 19. Ingresso gratuito.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password