Luce dal sepolcro: l'eterno fascino della Sindone

Un libro e un evento all'Ambasciata italiana in Vaticano per parlare del mistero sindone

pubblicato il 19/05/2016 in Arte e Cultura da Redazione
Condividi su:
Redazione

La Sindone è davvero il lenzuolo funebre di Gesù oppure si tratta di un falso medievale? I Vangeli narrano fatti realmente accaduti oppure sono semplici leggende?

La risposta a queste domande non è secondaria, perché coinvolge profondamente la fede di milioni di cattolici e non solo. Di certo la Sindone è il reperto archeologico più studiato al mondo e i Vangeli ne costituiscono l’unica chiave interpretativa.

E‘ questo il messaggio contenuto in Luce dal sepolcro. Indagine sull’autenticità della Sindone e dei Vangeli (Fede & Cultura, 2015),opera a due mani scritta da Emanuela Marinelli e Marco Fasol, che si propone, con pieno successo, di porre in evidenza non solo l’autenticità della preziosa reliquia di Torino e dei Vangeli, ma di mostrare come queste due fonti si integrino a vicenda, e trovino conferma l’una nell’altra.

Sia la Sindone che il Vangelo sono posti di fronte alle “scienze storiche”. E le scienze storiche, quali la papirologia, la filologia, la concatenazione causale degli eventi, concordano con le scienze fisiche e biochimiche, quali l’anatomia, la botanica, le leggi della trasmissione della luce...Continua a leggere...

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password