Sospese in via preventiva salite su Cervino e Monte Bianco "rischio crollo massi"

pubblicato il 21/07/2022 in Ambiente ed Agricoltura da Emanuele Gulino
Condividi su:
Emanuele Gulino

La società guide alpine del Cervino e la società guide alpine di Courmayeur sul Monte Bianco hanno sospeso le salite a causa del caldo eccessivo e della siccità: "Con questo rialzo termico - spiega Rudy Janin, presidente della commissione tecnica dell'Unione valdostana guide di alta montagna - abbiamo due problemi principali. I possibili crolli di pietre, anche di grosse dimensioni, difficili da prevedere. E, sui ghiacciai, i ponti di neve, indeboliti dal calore, che coprono i crepacci".

Umberto Capitani, gestore degli impianti di risalita dove si pratica lo sci estivo ha dichiarato: "Oggi purtroppo dopo un periodo con temperature altissime, con lo zero termico oltre i 4400 metri, ci siamo arresi e dobbiamo comunicare nostro malgrado la sospensione temporanea dello sci al ghiacciaio dello Stelvio". Il titola di alberghi a Bormio spiega: "Resteranno al momento in funzione solamente le Funivie per i pedoni. Siamo fiduciosi che con le prime perturbazioni possa migliorare la situazione attuale e si possano riaprire anche le piste per gli allenamenti delle Nazionali di sci e per i turisti. Speriamo che il meteo ponga le condizioni per tornare a sciare".

(Foto e Fonte ansa.it)

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password